“Racconti Fotografici” Numero 209: intervista a Sergio Sibioni

Bentornati a “Racconti Fotografici” eccoci alla 209° edizione , oggi intervistiamo il fotografo Sergio Sibioni, buona lettura.

Ti puoi presentare per gli amici che ancora non ti conoscono ?

Mi chiamo Sergio Sibioni e sono nato il 21 Giugno del 1972 a Roma , fotografo da quasi quindici anni . Nel 2010 mi sono iscritto al Canon Club Italia Forum , e dopo qualche tempo sono entrato a far parte dello Staff con il ruolo di Commentatore , e grazie a questa esperienza ho avuto modo di imparare tanto nel corso degli anni e soprattutto ho avuto modo di fare amicizie che durano nel tempo.

Da piccolo cosa sognavi di fare?

Non ho mai avuto le idee chiare , ma sicuramente mi ha sempre attirato tutto cio’ che mi appariva stimolante e che mi permetesse di crearmi degli spazi soltanto miei.

La prima foto che hai scattato?

Francamente non la ricordo , ma ricordo il primo scatto che ricevette molti commenti positivi , ero in mezzo alla pineta di Ansedonia all’alba , ed immortalai il primo raggio di luce del mattino……penetro’ in mezzo a quegli alberi come una lama ed io lo fotografai , la luce che squarcia il buio…….forse era il segno che la grande passione della fotografia si stava accendendo dentro di me…….

Quali sono i fotografi a cui ti ispiri e perché ?

Non ne ho uno in particolare , posso citare Mario Giacomelli , Sebastiao Salgado , Ansel

Adams……piu’ che ispirare cerco di carpire le sfumature del pensiero di questi personaggi che hanno fatto la storia della fotografia

Cosa non è per te la fotografia ?

Un mezzo per mettersi in mostra e pavoneggiarsi sui social , anche se li uso perche’ oggi sono , a mio avviso , l’unico mezzo di comunicazione efficace.

Qual e` la sfida di ogni scatto?

Assolutamente comunicare , esprimersi , entrare in contatto con gli altri e regalare loro qualcosa di importante.

Che cos’è la curiosità?

La prima caratteristica che deve avere un fotografo , senza di quella credo convenga cambiare strada

Chi o cosa ti piacerebbe fotografare ?

Mi piacerebbe fotografare il genere umano , non che fino ad oggi non lo abbia fatto , ma mi sono sempre tenuto nei canoni del ritratto……ma piacerebbe fotografare persone , ma come le vedo io , con i miei occhi e la mia testa

Qual e` il tuo prossimo progetto?

Non mi piace fare progetti , la fotografia deve essere una , unica , sola e accompagnata dalle parole……deve raccontare tutto in un fotogramma

Quali tappe hai attraversato per diventare il fotografo che sei oggi?

Ho avuto solo una costante , quella di essere curioso e di studiare , ogni tanto fotografo eventi di amici in vari contesti e tutti mi hanno permesso di crescere ed apprendere cose nuove

Che difficoltà hai incontrato lungo il tuo percorso?

Non ho mai avuto grandi difficolta’ , forse all’inizio quando hai paura di esporti publicando i tuoi scatti , poi fortunatamente con il tempo ho acquistato sicurezza

Quali esperienze decisive hai avuto nell’ambito fotografico?

Io considero tutto decisivo , tutto ti lascia qualcosa dentro.

Ho scattato ad eventi sportivi come equitazione e calcio , servizi di famiglia , ed altro e devo dire che ho sempre imparato qualcosa che mi e’ servito a crescere…..

Che cosa è necessario per poter cogliere l’attimo giusto?

La grande passione ti porta una grande concentrazione quando hai in mano la reflex , e credo che basti seguire l’istinto per cogliere l’attimo , e’ il cuore che ti fa’ sentire l’attimo giusto…..per me e’ cosi’

Cosa ha influenzato il tuo stile?

Sicuramente la conversione in bianco e nero , fortunatamente ho avuto buoni maestri e con il bianco e nero ho trovato la mia dimensione , il modo giusto per comunicare , ma attenzione a non commettere errori , non basta togliere i colori , ritengo fondamentale la composizione , e’ quella che guida il messaggio che si vuole trasmettere poi i toni fanno il resto…..

Quali sono i problemi che riscontri oggi nel fotografare ?

Sicuramente la diffidenza delle persone , bisogna stare attenti o si rischia anche di avere problemi seri…..in particolare per chi pratica la Street…..

Ci racconti un tuo aneddoto particolare o simpatico?

Si , e’ legato alla domanda precedente , ero in visita al Castello di Fumone e seguivo la guida con il gruppo , e durante una sosta mentre tutti fotografavano quello che mostrava la guida , io ero girato da tutt’altra parte ( perche’ ricordate , fotografate sempre dove non guardano gli altri troverete sempre qualcosa di interessante !! )e noto , seduto davanti ad una finestra del castello , un bambino seduto che giocava con un telefono…….immediatamente , sfruttando il controluce comincio a scattare tirando fuori subito una bella silouette del bimbo , ma altrettanto immediatamente mi bussa sulla spalla il padre del bimbo che mi chiede perche stessi fotografando il figlio…….bhe dopo l’imbarazzo iniziale spiegai che volevo usare solo la silouette del bimbo e gli mostrai le foto al display , che in effetti rivelavano una sagoma e non mostravano particolari del viso , e quindi acconsenti’ all’uso degli scatti.

Lo scatto , che allego all’intervista , lo intolai “ Children “ e fu promosso nelle Top Selection del Canon Club Italia…….

Per fare una buona fotografia , usa la reflex e la tecnica , ma non dimenticare di farla passare per il cuore……

Miei Link:

Commenti
Guarda anche...
express VISUALIZZA DATI EXIF DI QUESTA FOTO    ]}/monthly_06_2020/post-70191-0-50307200-1592692896.jpg", false…
Translate »