“Racconti Fotografici” Numero 272: intervista a Simone Pollastrini

Bentornati a “Racconti Fotografici” eccoci alla 272° edizione , oggi intervistiamo il fotografo Simone Pollastrini, buona lettura.

Ti puoi presentare per gli amici che ancora non ti conoscono ?

Ciao mi chiamo Simone Pollastrini  , sono circa 10 anni che pratico la fotografia  , da prima quella dell infrarosso poi la mia evoluzione e’ stata quella di avventurarmi nella fotografia subacquea con modelle.

Scatto molto con le mie reflex modificate all infrarosso o full spectrum anche sott acqua.

Da piccolo cosa sognavi di fare?

 

Da piccolo ho sempre sognato di fare il pittore , sono sempre stato bravo a dipingere su tela e le mie visioni erano surreali quasi una rappresentazione dei nostri sogni , un mondo immaginario.

 

La prima foto che hai scattato?

Mi ricordo che la mia prima fotocamera e’ stata una Nikon D60 durante il mio viaggio di nozze , in quel momento ho fotografato la mia vacanza , ho fotogrfato il mio reportage , ma avevo con me un telecamera per riprendere i momenti subacquei della mia vacanza .

Quali sono i fotografi a cui ti ispiri e perché ?

Seguo molto gli artisti americani , sono molto preparati e investono molto nella tecnica e nella ricerca di nuove forme artistiche , a differenza di noi che spesso rimaniamo con le stesse credenze fotografiche .

Cosa non è per te la fotografia ?

La negazione porta sempre fuori strada , non e’ fotografia l Odio , lo scontro , l Esclusione , la prigionia , la morte  ..

Qual e` la sfida di ogni scatto?

Ogni foto deve portare a un miglioramento per te stesso e per gli altri e’ condivisione visiva e solo la condivisione porta alla crescita comune .

La sfida e’ superarsi sempre ogni volta per raggiungere un obbiettivo che puo essere accomunato con una persona ( la modella ) .

La sfida ..vincere una sfida con te stesso e a volte con la natura e riuscire cosi a raccontare agli altri che alla fine sei riuscito a raggiungere il tuo scopo .

Che cos’è la curiosità?

La curiosità  ti porta a superare le paure , e cosi a vincere , la curiosità  porta a imparare cose nuove , studiare , e migliorarsi sempre , crescere e imparare dai propri sbagli.

Chi o cosa ti piacerebbe fotografare ?

Mi piaceŕebbe fotografare la campionessa italiana di nuoto , sicuramente ci riuscirò  a breve termine .

 

Quale e’il tuo prossimo progetto ?

Passerò  dalla fotografia ambientata subacquea fino alla ritrattistica subacquea fino al nudo artistico .

Realizzare set sempre piu impegnativi sott acqua e migliorare le mie abilità  fisiche .

Quali tappe hai attraversato per diventare il fotografo che sei oggi?

Le mie tappe sono state quelle di un qualsiasi appassionato di fotografia , la differenza e’ nella determinazione , nel credere in cio che facciamo  .Ho realizzato mostre , concorsi fotografici sulle riviste e ho investito nella mia crescita personale .

Che difficoltà hai incontrato lungo il tuo percorso?

Ovvio  che la crescita personale puo’ avere dei blocchi che spesso sono esterni dalle proprie credenze .

Le difficoltà  maggiori sono le persone che spesso criticano i tuoi lavori che possono abbattere le tue convinzioni , ma basta avere un minimo di sicurezza che tutto svanisce e riparti alla grande.

Quali esperienze decisive hai avuto nell’ambito fotografico?

Ho imparato molto da solo , se vuoi essere speciale devi crearti un tuo mod fotografico , copiare gli altri non serve a nulla devi essere distinguibile dalla massa . Devi essere una mucca viola .

Che cosa è necessario per poter cogliere l’attimo giusto?

Semplice scatta scatta scatta e guardati intorno , c’e sempre un momento perfetto basta scovarlo.

Che rapporto cerchi di instaurare con le persone/soggetti che vuoi ritrarre?

Amo collaborare, fare amicizie  , amo tantissimo  le donne ,mi piace ridere e scherzare. Creare qualcosa con qualcuno che ti ascolta  ti fa sentire vivo , penso che il legame con le persone sia l interrurrore per creare cose eccezionali e uniche e per questo collaboro solo con chi ho piu feeling.

Cosa ha influenzato il tuo stile?

Una donna.

Quali sono i problemi che riscontri oggi nel fotografare ?

Il tempo , le precisioni del mare .. per il resto riesco ad organizzarmi al meglio.

Ci racconti un tuo aneddoto particolare o simpatico?

Credi in te stesso e niente puo fermarti.

 

mio sito web 

Www.simonepollastrini.com

Commenti
Guarda anche...
Bentornati a “Racconti Fotografici” eccoci alla 271° edizione , oggi…