“Racconti Fotografici” Numero 68: intervista a Massimiliano Uccelletti, in arte MaXu

Bentornati a “Racconti Fotografici” eccoci alla 68° edizione , oggi intervistiamo il fotografo professionista Massimiliano Uccelletti, buona lettura.

 

Ti puoi presentare per gli amici che ancora non ti conoscono ?

Sono Massimiliano Uccelletti, in arte MaXu. Sono un fotografo professionista romano conosciuto principalmente per le mie foto di glamour/nudo e per le mie iniziative didattiche. Dal 2010 ho creato infatti un sito con oltre 150 VideoCorsi Online sulla fotografia e postproduzione e periodicamente effettuo dei workshop dal vivo in tutta Italia. Sono comunque molto apprezzato anche per le fotografie di matrimonio, di advertising e di still-life. Mi sono anche affacciato al mondo delle riprese, avendo effettuato in qualità di Direttore della Fotografia 3 videoclip (di cui uno anche da regista), un lungometraggio e 3 cortometraggi, di cui uno ha vinto il Giffoni nel 2015 e l’altro è stato accreditato per gli Oscar 2018 (ma purtroppo non siamo in cinquina).

La prima foto che hai scattato?

Le prime foto che ho scattato sono quelle fatte con una Polaroid che mi regalarono per la prima comunione. In una di queste mi sono fatto un “selfie” allo specchio (ero un precursore già da allora! J), ma da quella esperienza ho subito tratto un insegnamento: mai fotografarsi allo specchio con il flash (potete immaginare perché) J

Quali sono i fotografi a cui ti ispiri e perchè ?
Tutti e nessuno… osservo molto ma cerco la mia strada personale.

Qual e` la sfida di ogni scatto?
Poter cogliere una nuova angolazione, una nuova visione di qualcosa che comunque è già stato sicuramente fotografato.

Che cos’e` la curiosita`?
E’ vita. E’ il motivo per il quale vivo e fotografo.

Chi o cosa ti piacerebbe fotografare?
Fotografarei persone nel mondo, con culture ed usi differenti dai nostri.

Qual e` il tuo prossimo progetto?
Il mio prossimo progetto sono gli SHOOTOUT.Lo shootout è un evento dedicato agli amanti della fotografia… una sorta di Festival con tanti fotografi e le modelle più belle d’europa, organizzato in una location “importante” che dia la possibilità di avere molti set ambientati e diversificati.
Sono due giornate nelle quali i fotografi, oltre ad avere la possibilità di scattare le modelle, possono partecipare ai seminari per poter apprendere e migliorare il proprio skill fotografico.
Due giornate con la possibilità’ di incontrarsi, fare nuove conoscenze legate al settore fotografico, creare connessioni.
I prossimi appuntamenti sono a ROMA e MILANO con ben di 26 modelle TOP!

Quali tappe hai attraversato per diventare il fotografo che sei oggi?
Le tappe sono state: fotografo amatoriale dal 1994 per poi diventare professionista “part-time” nel 2007 e full time dalla fine del 2008, quando ho aperto anche il mio studio.

Che cosa è necessario per poter cogliere l’attimo giusto?
Tanta osservazione e capire il fatto che, da li a poco, possa accadere qualcosa.

Che rapporto cerchi di instaurare con le persone/soggetti che vuoi ritrarre?
Prima dello shooting preferisco farmi una chiaccherata…a volte anche un pranzo informale se c’è tempo. Mi piace “studiare” prima di mettermi all’opera.

Quali sono i problemi che riscontri oggi nel fotografare ?
La fotografia si sta proiettando nel futuro, che ne decreterà un forte cambiamento, ma le persone ancora sono ancorate al passato.

Ci racconti un tuo aneddoto particolare o simpatico?
Una volta mentre stavo fotografando una modella nei pressi di Via Veneto a Roma , verso il tramonto con il sole basso, un tizio mi passa dietro e sento “SDENG !” …mentre camminava, per guardare la modella ed accecati dal sole, ha preso in pieno un palo! Peccato non averlo visto, ho sentito solo il suono. La modella però ha riso per 5 minuti…

Sito web: //www.workshopfotografico.com/Default.aspx
Facebook: //www.facebook.com/workshopfotograficopuntocom/
Instagram: //www.instagram.com/maxu_it

  

Commenti
Guarda anche...
Complimenti, la tua foto entra di diritto sul Magazine Domiad…